Arte/Eventi/Beauty/Benessere/Moda

Salvo Filetti:” il successo di un Parrucchiere è la capacità di far sorridere una donna creando un progetto su misura per lei!”

“La bellezza è una concatenazione di incontri felici”

(Salvo Filetti Hair Designer)

Salvo Filetti è uno degli Hair Designer di maggiore successo del nostro Paese, direttore artistico e co-fondatore del brand” Compagnia della Bellezza” marchio in franchising più diffuso in Italia con 300 ateliers, presente anche in altre parti d’Europa e del mondo. Salvo oggi è una delle figure più influenti e creative del mondo dell’ “Hair Styling”. La passione per il suo lavoro, la sua creatività nel progettare e realizzare collezioni dallo stile e dal gusto “Made in Italy” l’hanno portato ad essere una figura di successo a livello internazionale. Dopo aver ricevuto assieme al suo socio Renato,  l’Oscar della Moda che nomina entrambi “Ambasciatori di bellezza nel mondo”, Salvo sempre affiancato da Renato fonda nel 2009 Joyà Academy, una Factory multifunzionale a Catania diventata laboratorio creativo e di buon gusto italiano per le tendenze capelli, per parrucchieri internazionali aspiranti hair designer, luogo di formazione stilistica ed emozionale, polo di eventi culturali e vernissage. Apparso nelle pagine delle più note riviste di moda italiane, oggi Salvo a RedGlaze Magazine racconta un po’ di se del suo modo di concepire la bellezza e di cosa significa essere un “Hair Designer”nel 2016.

foto-profilo-salvo-filetti

Salvo Filetti Hair Designer e direttore artistico di Compagnia della Bellezza


Ciao Salvo, se dobbiamo fare un passo indietro nel tempo ,com’è nata la passione per il mondo della bellezza?

Ho iniziato questo lavoro sia per passione ma anche per frustrazione, mio padre era un parrucchiere, io ero molto attratto dalla materia ma non mi piaceva come, soprattutto nel piano sociale si presentava questo tipo di professione, il concetto di immagine di quel tempo veniva espressa e concepita in un modo che non mi rispecchiava. Da parte mia ad un certo punto è nata  una voglia di riscatto, da pochi anni utilizzo la frase “faccio il parrucchiere!”,  per tutta la vita ho dovuto dimostrare che questa figura professionale, questo lavoro poteva evolversi nel tempo, questa originaria frustrazione l’ho trasformata in energia che mi ha permesso di contribuire a dare una nuova identità a questa categoria. Oggi ho iniziato dei percorsi universitari con lo IAAD di Torino, con la quale contribuisco alla formazione di parrucchiere/designer, modificando una serie di codici e di formazioni che permettono di evolvere culturalmente e consegnare alla nuova generazione un percorso  di Design tratto da questo settore.

 Cosa rappresenta oggi la Compagnia della Bellezza?

La Compagnia della Bellezza che è il nostro marchio originale, oggi rappresenta uno Stile Made in Italy riconosciuto anche da paesi esteri come la Germania ma anche l’America. Noi cerchiamo e vogliamo incarnare il gusto e quel tipo di moda che rappresenta l’idea stessa che la donna ha dei suoi capelli, non è un marchio che crea delle collezioni autoreferenziali per mostrare la bravura del parrucchiere ma è un brand che lancia tutto quello che può essere desiderato e indossato da una donna vera, soprattutto da una donna italiana in particolare, perché la figura femminile del nostro Paese è per eccellenza eleganza, sensualità e contemporaneità, quindi  questo è l’obbiettivo centrale della Compagnia della Bellezza.

Com’è cambiato nel tempo il mondo del “Hair Styling”?

Come ti dicevo inizialmente è cambiato molto, si è passati da un’attività che rientrava nell’artigianato ad un sistema di vero e proprio marketing.  Oggi esiste il Franchising,  l’idea di lavorare o meglio di appartenere ad una marca che lancia delle collezioni vere e proprie due volte all’anno e che sviluppa dei servizi esclusivi, con una promessa a livello comunicativo verso il cliente, perché alla fine la comunicazione in questo tipo di lavoro è fondamentale,  io stesso mi occupo di tutto quello che arriva alle donne, dal un punto di vista televisivo ai  giornali, interviste ecc….per comunicare sempre nel modo migliore quelli che sono i servizi del nostro marchio. Oggi il mondo del parrucchiere è cambiato,  si è alla ricerca di un’identità ben precisa e di un ‘esclusività dei servizi, attualmente c’è anche una grande competenza ovvero quella di formare delle figure professionali in questo campo.

Joyà Academy…..

Joyà Academy è strutturata per fornire la migliore formazione integrata al parrucchiere, colore e forme devono essere in grado di incontrare un volto, tutti i volti hanno qualcosa in comune ma sostanzialmente sono tutti diversi. La bellezza è una concatenazione di incontri felici, noi ci occupiamo proprio di far concatenare degli incontri. Un Parrucchiere deve in anzi tutto riuscire far incontrare e determinare  le forme con i capelli di una persona, lavorare sulla varietà, il metodo e l’artigianalità per riuscire a creare quello che ha in mente. Questa figura professionale deve anche imparare ad offrire un servizio personalizzato a seconda delle esigenze della persona che incontra e tutto questo richiede un grande percorso di formazione.

Come si diventa un Hair Designer di successo come Salvo Filetti?

Il successo non è la notorietà, spesso queste due cose vengono confuse, essere una persona nota non significa essere una persona di successo. Per me il successo è riuscire ad offrire il servizio giusto a più donne possibili, non solo in un salone ma creando diverse tipologie di stile e formando nel migliore dei modi il personale per poter svolgere al meglio questo obbiettivo.  Il successo di un Parrucchiere è la capacità di rendere gioiose le donne, di far sorridere il suo sguardo perché ha creato un progetto su misura per lei, spesso portandolo anche oltre le aspettative della donna, ovvero facendole scoprire quello che nemmeno lei conosce di se stessa.

salvo_filetti

Parliamo della Collezione Autunno/Inverno 2017…..look spettinati e sfumature azzardate…

Quando faccio una collezione cerco di adattarla ad ogni tipo di donna, creiamo e lavoriamo su ogni tipo di lunghezza, la bellezza è anche diversità,  questo è un momento di caschetti,  bob con frangia, lunghi ispirati agli anni ‘90 con un gusto grunge e glam insieme “Glunge”,e come si dice “ce n’è per tutti i gusti”. Sicuramente ti ha colpito il mondo dei colori insoliti, in ogni collezione il colore ha la sua importanza, posso dirti che la tendenza di quest’anno sono proprio le nuances insolite, quella che abbiamo presentato a livello internazionale è  il Blue Denim, questa nuaces è stata molto utilizzata ma non in maniera compatta ma bensì sfumata ad arte, assieme ad altri colori come l’Ametista il Quarzo Fumè dando un senso di raffinatezza ed eleganza.

Se ti dicessi che sei stato intervistato da RedGlaze Magazine (Glassa rossa) che tipo di look ti verrebbe in mente?

Penso ad un look che ho realizzato io stesso. Un Rosso decisamente acceso “Vinilico” da una forte lucentezza, con un accenno di acconciatura in un taglio molto geometrico. 

image

 

Martha Padovani.

CONTATTI:

www.salvofiletti.com.

I fondatori

RedGlaze Magazine ringrazia Salvo Filetti e di tutto il suo Staff per la sua professionalità e la disponibilità nei confronti del nostro Magazine.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...