Lettura/Cinema

“TUTTA LA LUCE CHE NON VEDIAMO” la nostra RECENSIONE.

 

TUTTA LA LUCE CHE NON VEDIAMO

di Anthony Doerr

“Quando ho perso la vista Werner, mi hanno detto che ero coraggiosa. Quando se n’è andato mio padre, mi hanno detto che ero coraggiosa. Ma il mio non è coraggio; non ho scelta. Mi sveglio e vivo la mia vita. Tu non fai lo stesso?”

image_book

Marie-Laure Leblanc è alta e coperta di lentiggini. Ha solo sei anni quando le viene diagnosticata una malattia congenita insanabile che la porta ad essere cieca.

Costretta a fuggire con il papà dalla città a causa della guerra, si rifugia dallo zio Étienne a Saint-Malo, una cittadina sul mare, dove attraverso le finestre serrate Marie-Laure riesce a sentire il fragoroso rumore del onde.

Werner Pfenning, capelli candidi come la neve, vive in orfanotrofio con sua sorella e ha un talento naturale per le radio che è uno strumento importantissimo per la guerra.

Crescendo, frequenta prima una scuola della gioventù hitleriana, dove impara la cosa che gli piace di più, ovvero la meccanica; poi, viene mandato in guerra per captare i segnali di radio appartenenti ai partigiani.

Questi due personaggi sono affiancati da altri secondari particolari come ad esempio Étienne, zio di Marie-Laure che lotta ancora contro i fantasmi della precedente guerra, e Friedrich, un compagno di scuola di Werner che riesce a sentire e distinguere qualsiasi tipo di volatile.

Attraverso una scrittura semplice, capitoli brevi, continui salti temporali (si passa dal 1944 al 1934, per poi tornare al periodo della guerra, ed infine al 2014) e intrecci di storie indiretti e diretti che possono risultare fastidiosi all’inizio, poi determinano il ritmo del racconto sempre più incalzante, l’autore riesce a descrivere le atrocità della guerra, i luoghi e le persone, tutto ciò che può sentire una non vedente, come colori, profumi e suoni fino a provarli sulla propria pelle.

Un finale che lascia un po’ di amaro in bocca, ma anche la convinzione che si può scegliere di fare del bene in qualsiasi caso.

Un libro che vale la pena leggere!

Myriam Tenace

anthony_doerr1-e1429567214801

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...