Musica

Musica: intervista a Luca Bernardoni General Manager di Sorry Mom!

“Sorry Mom non è solo un’agenzia manageriale, Sorry Mom è una famiglia dove il supporto reciproco tra gli artisti e le altre strutture è fondamentale…..”

Luca-14.jpg

RedGlaze Magazine ha avuto il piacere di intervistare Luca Bernardoni, proprietario e general manager di Sorry Mom, da un passato come Musicista ad una carriera che lo vede oggi essere il Manager di ben 30 artisti sparsi in tutto il territorio Italiano. Sorry Mom è un’agenzia manageriale in continua espansione, formata da una team di professionisti che segue i suoi artisti a 360 gradi, offrendo servizi come: Management, Ufficio Stampa, Booking, Label, Consulenza e assistenza Legale e tanti altri…

Ciao Luca iniziamo con una domanda, forse la più scontata e che probabilmente ti è stata fatta un milione di volte…..Come nasce Sorry Mom!

 Ho sempre pensato che Sorry Mom non sia nata per caso, ma da una serie di incontri nel posto giusto, con le persone giuste, mi piace credere al destino, soprattutto quando riesci a trasformare la tua passione nel tuo lavoro! Sorry Mom nasce esattamente 7 anni fa o meglio, quest’idea nasce sette anni fa, avevo una band a cui ho dedicato circa due, tre anni per portarla ad un certo livello, inconsciamente stavo imparando i trucchi di quello che sarebbe diventato poi il mio lavoro  interfacciandomi al tempo stesso con diverse realtà. Ti racconto un piccolo episodio divertente successo a quel tempo;  un amico Alessandro che poi è diventato ed è tuttora  il mio socio è stata la prima persona che vedendo i risultati che ero riuscito ad ottenere con il mio gruppo mi disse” Visto che ti riesce così bene, perché non mi dai una mano anche con la mia band” e da qui poi è stato un susseguirsi di gruppi musicali della zona che si facevano avanti per chiedermi un aiuto sul come farsi strada in questo mondo e nel migliore dei modi. Ricordo che una sera di due anni fa, ero sempre con Alessandro al bar e gli dissi “Ho la casella postale piena di mail di artisti che mi stanno contattando,  perché non proviamo a far questa cosa assieme?” E il 10 Settembre 2014 è nata Sorry Mom!!!

“Sorry Mom è una squadra formata da Persone eccezionali che ricoprono dei ruoli ben specifici, fondamentali l’uno per l’altro per poter ottenere degli ottimi risultati è un po’ come una squadra di calcio, ogni calciatore ha un compito ben preciso per portare la squadra alla vittoria e nel momento in cui un giocatore segna in porta, tutta la squadra esulta”

Luca-26.jpg

Cosa significa essere un Manager di un artista nel campo della musica, quali responsabilità ci sono e quali rischi si possono incontrare…

Partiamo dal presupposto che  qualsiasi sia la band, piccola, grande famosa e non,  essere il Manager di un Artista è di per sé un orgoglio, anche se ci sono tantissimi oneri legati a questo mestiere. Le difficoltà non sono poche anzi a volte sono davvero tante, devi pianificare tutti i problemi che un Artista può incontrare e tu Manager, devi cercare di rendergli la strada più agevole, è un percorso in salita, ogni band che si lega a Sorry Mom lo fa perché crede in un certo tipo di percorso. Dopo la pianificazione quando un gruppo è inserito nel modo corretto in questo mondo, arrivano le vendite e tutto quello che si collega e fa parte  del mercato musicale.

Oggigiorno “fare” musica, suonare e far parte di una band è molto più facile rispetto ad un tempo, questo  puó creare anche una forte competizione nel mercato musicale, ma quali caratteristiche deve avere un artista per riuscire ad emergere e rimanere in questo mondo.

La musica spesso è lo specchio della società. Nel 2016 purtroppo una delle cose fondamentali che ti permettono di emergere sono i soldi, mi dispiace affermarlo ma oggigiorno è così, diversi artisti sono arrivati ad alcuni traguardi molto spesso avendo alle spalle dei gran sponsor, ma se non sai gestire questa cosa ad un certo punto ti fermi li e non vai più avanti. Gli artisti di Sorry Mom prima di tutto credono nel loro lavoro, spesso non è facile, richiede tempo, fatica e costanza ma sono del parere che il Lavoro ripaga sempre, se alla base poi ci sta un prodotto musicale sopra la media, un lavoro di squadra tra l’artista e l’Agenzia Management allora hai vinto.

 “Non puoi pretendere di entrare in questo mondo e arrivare subito al traguardo. Devi arrivare alla meta gustandoti tutto il viaggio, altrimenti succede che ti fermi, sai che indietro non puoi più tornare, non hai più un punto di riferimento ti perdi….è così che tante band finiscono per sciogliersi”

Luca-3.jpg

Pensi ci sia la giusta informazione tra gli artisti se si parla di “Agenzia Management” oppure nel nostro Paese questa figura ancora è confusa e poco conosciuta.

Gli artisti con cui lavoro hanno ben chiaro a chi si stanno affidando, hanno chiaro il concetto di Ufficio Stampa e di Management, tanti altri no ma non gli e ne faccio una colpa il tutto è dovuto dall’esperienza, più inizi a stare dentro a delle dinamiche più impari a conoscerle. Spesso alla parola “Management” diverse persone, artisti compresi crede la tua sola e unica occupazione sia organizzare concerti invece no, questo è dato appunto da una scarsa e scorretta informazione.

L’incontro tra Sorry Mom e Virgin Radio…

Ti racconto l’incontro tra Sorry Mom e il Direttore Musicale di Virgin Radio: Marco Biondi.

Una Band che seguivo a suo tempo aveva fatto una cover del noto brano“Happy” di Farell Williams, che ottenne un’approvazione positiva sia da Ringo che da Marco Biondi, quindi  mi son ritrovato a dovermi presentare ad una riunione con Marco stesso per capire le dinamiche sul futuro di quel gruppo. Terminata la riunione come tanti di noi hanno fatto e fanno, ho aperto Facebook e ho scritto a Marco ringraziandolo, da li in poi il nostro rapporto professionale si è alzato di livello, lui ha iniziato ad informarsi sul lavoro che svolgeva Sorry Mom sulle band che facevano parte dell’Agenzia e così che dire mi sono ritrovato ad essere il suo Manager. Penso sia una delle più grandi soddisfazioni della mia vita! Marco è un personaggio che ha più di 40 anni d’esperienza! Essere il suo Manager mi ha permesso di conoscere tante altre persone che lavoro in Virgin Radio e di conoscere al tempo stesso Marco come persona! Virgin Radio per me è una grande famiglia fatta di professionisti e di persone fantastiche!

Quali sono le caratteristiche che accomunano tutti gli artisti che fanno parte del Roster di Sorry Mom!

Ti parlo per metafore, o meglio mi piace definirla così: i nostri Artisti hanno tre cose che li accomunano un’Attitudine Rock (da vera Rock Star) anche se alcuni sono agli albori con i loro progetti, l’intelligenza di Muhammad Ali ritengo fosse un personaggio molto strategico nei suoi incontri e il cuore Malcom X, ecco parlo da un punto di vista soggettivo ovviamente ma queste sono le caratteristiche principali di tutti i 30 artisti che fanno parte di Sorry Mom!

 Parliamo degli Sponsor, spesso trascurati o non considerati da tantissime agenzie, quanto contano nel mondo della musica?

Lo Sponsor  fa sempre la sua buona parte! Avere un’azienda dall’esterno che decide di supportare un artista dell’tuo Roster e di conseguenza il suo progetto musicale è sempre qualcosa in più che arricchisce il proprio bagaglio e aiuta ad andare avanti, lo sponsor da vari apporti da quello commerciale a quello mediatico, posso parlarti di uno scambio reciproco, loro presentano il loro prodotto e noi il nostro, entrambi crediamo l’uno nell’altro! Più sono le qualità e gli elementi che arricchiscono un gruppo musicale o un artista in generale, più aumentano le possibilità di uscire da un limbo che da tantissimi anni affligge il nostro Paese tiene fermi tantissimi musicisti.

Luca per essere arrivato dove sei hai dovuto rinunciare a qualcosa? Hai qualche rimpianto?

Rimpianti assolutamente no! Ringrazio Dio ogni mattina, non finirò mai di ripeterlo ,se riesci a fare della tua passione, della tua vocazione il tuo lavoro, sei già in credito con la Vita, poi ovviamente sto sacrificando parte della mia vita privata, ma è sempre per una buona causa! La voglia di fare è tanta che non pensi o meglio non senti la mancanza di cose che magari tante persone nella loro vita sentirebbero il bisogno di avere…mi capita di alzarmi la notte e rispondere a diverse mail arrivate durante il giorno, una qualsiasi persona mi direbbe “Chi te lo fa fare?”, nessuno è una vocazione, lo fai e basta e continuerai a farlo qualsiasi sia il tuo guadagno e indipendentemente dalle delusioni che puoi ricevere!

C’è un artista in particolare che vorresti sentir bussare alla tua porta?

Eh…vari e per vari motivi, potrei dirti Millencolin e i Social Distortion  sono le mie band preferite, quando riesci a diventare il Manger delle tue band preferite è una doppia soddisfazione, poi potrei dirti gli AC/DC per la loro carriera, oltre al fatto che sono una vera e propria Icona della Musica, essere il Manager di un’Icona sarebbe fantastico. Cesare Cremonini, è un’artista che si avvicina molto alla mia persona, mi rispecchio in molti dei suoi testi non mi dispiacerebbe affatto.

Una brano che descrive Luca e al tempo stesso Sorry Mom!

Bring me Home dei Millencolin, il testo lo lascio tradurre a tutti coloro che hanno voglia di andare a cercare e ascoltare il brano, è la colonna sonora della nostra agenzia il pezzo preferito mio e di Alessandro, il nostro lavoro ci porta a viaggiare molto non solo in Italia ma anche all’estero, quando siamo in macchina è sicuro che prima o poi passerà questo brano. E’ un brano Punk/Rock ci da la carica e l’energia per affrontare determinate cose, non solo in viaggio ma anche in ufficio, il testo racchiude molto di ciò che è la mia vita.

Volevo chiudere questa fantastica intervista ringraziando enormemente mio padre e mia madre, Giada (grazie di essere entrata a far parte della mia vita), tutti i miei amici, tutto lo staff Sorry Mom!: Ale, Sarah, tutti i promoters e tutti i partners di Sorry Mom! con cui mi interfaccio da due anni a questa parte. Volevo ringraziare anche tutte le band del roster, Marco Biondi e PF Colombi, i miei sponsors: DC Shoes e Majestic Clothing (GP e Birgit), Sting Eyewear (Laura, Fabio e Barbara), Martha Padovani e tutta la Redazione di RedGlaze Magazine e soprattutto TE che hai speso 5 minuti della tua vita per leggere questa mia intervista.

Love.

Luca “Luke” Bernardoni 

Martha Padovani

RedGlaze ringrazia Luca Bernardoni, tutto il Team di Sorry Mom, gli artisti del suo Roster, per la disponibilità e il supporto costante verso RedGlaze_Magazine

  

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...