Attualità/Curiosità

MARCO GALLI “Il fotografo dei Gatti”: un magico viaggio nella SUA FOTOGRAFIA.

1174711_691930944155189_1706038996_n

Uno dei più noti Giornalisti e Scrittori italiani, parlando della fotografia disse.“….Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea..” Ho deciso  di introdurre questo articolo con questa frase di Tiziano Terzani  perché penso riassuma e rispecchi in pieno l’artista  di cui vi parlerò  attraverso questa affascinante intervista. Premetto che non mi dilungherò sulla sua Biografia passata, semplicemente perché ritengo che la SUA fotografia sia un qualcosa di attuale, i soggetti delle sue foto incrociano le nostre vite in tantissimi modi diversi,  in tempi che possono durare attimi o addirittura anni, ma noi spesso “occhi distratti” da questa  vita frenetica e piena di distrazioni, non ci soffermiamo ad osservarli con gli stessi occhi con cui lo fa MARCO GALLI  conosciuto come:

“IL FOTOGRAFO DEI GATTI”

1174800_694258447255772_2113940456_n

Ciao Marco, da dove è nata questa forte passione di fotografare i gatti?


  Le passioni credo che siano innate in ognuno di noi. Una vita a contatto con i gatti ed una predisposizione per le arti figurative si sono unite ed ho trovato in esse un modo sincero per comunicare. Sedotto dal loro modo di interpretare la vita, ho pensato che parlando di loro per mezzo della fotografia si potesse offrire un prodotto artistico non solo in grado di ricalcare l’indiscutibile bellezza del felino, ma che mi permettesse di arrivare al pubblico con ciò che si cela dietro ad un’immagine, in una parola il “pathos”.    10701974_919427584738856_693163209817109987_n

 Perché proprio questo tipo di animale?

I gatti; fascino, mistero, eleganza e soprattutto bellezza. Penso che la scelta di ritrarre in prevalenza gli amati felini sia dovuta a ciò che provo rapportandomi con essi. Quella benefica sensazione che vivo quando sono in loro compagnia è quello che tra le righe si legge dentro ad ogni mia foto. La necessità di comunicare, che penso stia alla base di ogni progetto artistico, si rivela nel mio caso, ritraendo ciò che considero straordinario, quasi un mezzo per ridonare alla natura una giusta collocazione nel nostro immaginario, oltrepassando una realtà che spesso ci viene proposta nel suo declino.1000349_732277976787152_1780525586_n

Immagino sia abbastanza impegnativo immortalare un gatto nella sua posa migliore, ci sveli il tuo segreto?

Sono solito dire che è facile ciò che si sa fare e difficile è ciò che non si sa fare. Non penso ci siano particolari segreti se non un particolare impegno nella sperimentazione tecnica e la volontà di migliorare e raffinare il rapporto che ho con i gatti. Alla base c’è una sensazione di sicurezza che sicuramente i miei soggetti percepiscono, affiancata dalla mia voglia di giocare con loro, di passare momenti piacevoli e promettendo loro di non abusare della disponibilità concessami. Se proprio vogliamo chiamarlo segreto, gli animali hanno una notevole capacità di percepire i nostri stati d’essere. La nostra capacità di infondere in loro quiete e sicurezza spesso fa la differenza. Non dico d’essere infallibile sotto questo punto di vista, ma i miei pensieri quando fotografo sono spesso adoperati alla lettura delle mie emozioni, assicurandomi che le stesse non siano per loro motivo di tensione. 10297632_846986588649623_5785263527071261728_n

 Qual’è l’elemento che ti fa capire che ” questo è il gatto che stai cercando?”

E’ vero, non sempre si torna a casa con la foto che si voleva. Ho comunque imparato che certi gatti, in certi momenti, si mettono a mia completa disposizione. A volte per loro farsi fotografare diventa un gioco e quasi consapevolmente posano con l’abilità di un modello. Quando si respira quella telepatia che mi fa capire che entrambi, io ed il gatto, siamo in quel luogo, in quel momento per registrare alcuni attimi del nostro vissuto, sono sicuro che il risultato sarà all’altezza delle aspettative.

 Come reagisce questo tipo di animale che spesso “se ne sta sulle sue” davanti ad un essere umano che cerca di rubargli qualche scatto?

Posso tranquillamente dire che ogni gatto è fatto a modo suo. Ognuno di loro va sedotto come lui desidera; la prima regola è quindi attendere le sue mosse ed iniziare un rapporto di comunicazione mostrando, all’inizio, un passivo desiderio di interagire. Bisogna comunque poi “fregarli” in qualche modo, chiaramente puntando sulla loro natura e fare in modo che la loro curiosità diventi il mio punto di forza. Ogni oggetto ed ogni movimento sono spesso per il gatto motivo d’interesse; se si ha la fortuna di entrare nella sua simpatia il gioco è fatto, altrimenti si può solo provare a rubargli qualche scatto, forti del fatto che i gatti sono belli ed espressivi anche quando sono contrariati.  549170_766644170017199_1704128604_n

 C’è stato un gatto in particolare che ha lasciato “un graffio” nel tuo cuore?


  Senza ombra di dubbio “Micio”. Un gatto nero con la punta della coda bianca. Mi ha accompagnato dalla tarda infanzia fino ed oltre alla maggiore età. Insieme a lui imparai a conoscere i gatti, l’amore che provavo per Micio mi ha portato a documentarmi ed approfondire le mie conoscenze in quella che in me era diventata una passione.  Con lui avevo un rapporto molto intenso e molte delle conoscenze che oggi ho inerenti ai gatti ed al modo di comunicare con essi li devo a lui. Eravamo molto affiatati ed il suo ricordo me lo porto con il sorriso stampato sulla bocca.

 Quali sono i progetti futuri per colui che è soprannominato “il fotografo dei gatti?”

Più che un progetto per ora si tratta di un sogno. L’idea è di costruire un gattile ma con qualche novità. Trovo infatti che le associazioni oggi esistenti vivano molti disagi a causa delle difficoltà economiche. Sarebbe bello se si riuscisse ad affiancare un’attività commerciale al sostentamento di un gattile; non gestirsi più per mezzo della beneficenza ma dell’utile di un’attività, costituita magari da un ambulatorio veterinario, un negozio d’accessori e mangimi, facendo in modo che il business che ruota attorno al mantenimento ed al benessere degli animali, oltre che a portare avanti un progetto lavorativo con tutti i benefici che da esso se ne possono trarre, porti anche avanti un progetto benefico atto alla salvaguardia degli animali meno fortunati.

11014648_1015091381839142_3939647252517160111_n

Foto: Stefania Battarino

CONTATTI:

https://www.facebook.com/ilgatto72/info/?tab=page_info

https://500px.com/marcogalli1(AIM)

https://plus.google.com/u/0/110994386904305840838/posts(Instagram)

https://twitter.com/ilgatto72(AIM)

Sito Web

http://www.ilfotografodeigatti.it

Martha Padovani

RedGlaze ringrazia Marco Galli per la sua disponibilità nel rilasciare questa piccola intervista, le foto qui presenti sono solo alcuni dei suoi meravigliosi scatti, noi vi consigliamo di visitare le sue pagine presenti nei Social per scoprirne di più!

Annunci

2 thoughts on “MARCO GALLI “Il fotografo dei Gatti”: un magico viaggio nella SUA FOTOGRAFIA.

  1. seguo la stupenda pagina facebook di Marco Galli, da un anno circa ed ogni giorno,apro le mie giornate,riempiendomi gli occhi ed il cuore,con le sue splendide immagin ed i suoi e nostri meravigliosi, amici Gattii.Mi auguro che il suo sogno si avveri e realizzi tutti i suoi desideri.Lo merita,di cuore.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...