Moda

Lo “SWAP PARTY” quando la MODA salva la crisi.

“Vestitevi del vostro miglior sorriso e avrete già creato l’ 80% del vostro stile.”

(Vanessa e Barbara)

12096619_322954611206814_5690552283393316296_n

PH. Lysa Toso PH Giulio Cesare Grandi Fotografo

 La moda italiana da sempre è considerata una parte fondamentale della nostra cultura, una delle colonne portanti del mercato italiano nel mondo, numerosi sono i nomi Italiani che sono partiti dal nostro territorio e hanno attraversato l’oceano per vestire le più famose Star Hollywoodiane nel Red Carpet. Il “Made in Italy” ancora oggi è ammirato, è un prodotto quasi inimitabile e molto costoso che solo pochi possono permettersi, è l’élite del mondo della moda, un mondo fatto per pochi che spesso sa regalarti grandi soddisfazioni, ma allo stesso tempo sa metterti duramente alla prova. La Moda è un pianeta incantato dove ogni donna almeno una volta nella vita ha sognato di viverci. Ma se scendiamo dal tappeto rosso, dalle famose passerelle, e abbandoniamo tacchi, lustrini ?Se ci svegliamo a da questo sogno e ci ritroviamo a vivere in un Paese dove “sopravvivere alla crisi” è diventato il pensiero fisso di noi italiani, che succede?…..Arrivano le feste incentrate sul riciclo di capi d’abbigliamento e accessori i così detti “Swap Party”. Ho avuto l’occasione di conoscere questo tipo di evento in un piccolo paese del Polesine, Lendinara grazie a due ragazze: Barbara, Hairstyle con un passato di lavoro nella capitale Inglese e Vanessa Personal Shopper che per diverso tempo ha vissuto nel cuore di Parigi, a cui ho fatto loro qualche domanda per entrare un po’ più nello specifico. Lo Swap Party non è un mercatino, ma un luogo di baratto e di scambio strutturato come “un gioco da tavola” per riuscire a mettere a proprio agio i partecipanti. Si mettono a disposizione i propri vestiti ma allo stesso tempo si possono, provare , scegliere indumenti o accessori di altri partecipanti, nessun oggetto è li per essere messo in vendita ma bensì ha lo scopo di rinnovare il proprio guardaroba a costo zero e in modo ecosostenibile, poiché sceglie di riciclare invece di consumare.

1531715_1486271008259605_1847004667_n

Da dov’è nata l’idea di portare questo tipo di Evento anche in un piccolo paese e perché.

Vanessa: L’ idea di organizzare questo tipo di evento che coinvolge il mondo della moda mi è stata suggerita dalla mia insegnante Monica Sirani (affermata Personal Shopper milanese) la quale mi ha dato innumerevoli spunti per far si che un’ iniziativa simile molto urban potesse essere traslata in una realtà di un piccolo paese come Lendinara e dintorni.

12112258_10205131513874140_8970494262904461368_n

 Che messaggio volete trasmettere alle donne attraverso questo “riciclo” di vestiti e accessori.

Vanessa: I messaggi sono diversi; dal reinventarsi ogni volta che se ne ha voglia, facendolo con un guardaroba a costo zero “salva crisi”, al creare momenti di associazione femminile dove ci si confronta e si prende un po’ di tempo per se stesse, senza badare all’età  e soprattutto alla posizione sociale è un momento dove le  Donne parlano tra di loro cercando di divertirsi.

Barbara : ciò che a noi non va più o semplicemente non ci  piace, non è detto che non possa star bene o piacere a qualcun altro, perciò quale miglior modo di combinare la voglia di cambiare look senza dover aprire il portafogli.

Quali sono i segreti per rendere un capo d’abbigliamento degli anni passati perfettamente al passo con i tempi e le tendenze di oggi?

Vanessa: per quanto riguarda il mio lavoro di Persona Shopper  io cerco sempre di attualizzare “vecchi” capi magari in disuso accostandoli ad accessori moda della stagione corrente. Adoro mescolare capi vintage con accessori del momento, il tutto per creare uno stile proprio libero dai dettami canonici della moda.

Barbara: (hairstyle)Quando il capo d’abbigliamento non è perfettamente al passo con i tempi basta un piccolo e semplice accorgimento, come quello di optare per un taglio, un colore, una piega ai capelli che segua quelle che sono le tendenze moda del momento, così si da vita ad un outfit  si vintage ma allo stesso tempo alla moda.

Qual’è stato l’impatto con la gente davanti a questo tipo di evento? Che riscontro avete avuto?

Vanessa: diciamo che c’è molta curiosità ma ancora molta, troppa timidezza. Io sono molto soddisfatta alla fine di ogni evento che organizzo assieme a Barbara, ogni volta il numero delle partecipanti sale e questa è una piccola vittoria per entrambe, anche se c’è ancora molto lavoro da fare e molti “Swap Party” da organizzare prima che mi possa ritenere veramente soddisfatta. E’ la nostra sfida e siamo pronte a portarla avanti a spada tratta.

Barbara: al terzo” Swap Party” siamo riuscite a fidelizzare un bel gruppo di ragazze e di donne che ci hanno seguito con entusiasmo, come ha detto Vanessa oltre alla timidezza c’è ancora dal mio punto di vista anche un pizzico di  scetticismo che tutt’ora ci accompagna ma siamo fiduciose e speriamo con il tempo di riuscire a coinvolgere sempre più persone.

Un consiglio da dare a tutte le donne: cosa non deve mai mancare nel loro armadio? E cosa assolutamente non deve esserci o rimanerci per più di un tot di tempo.

Vanessa: mai più senza un Little Black Dress (per ogni genere di donna esiste il proprio e io sono qui per farvi scoprire quello giusto). Mentre consiglio vivamente a tutte le donne che ci leggono di non seguire pedissequamente le tendenze moda di ogni stagione, la moda è come il vento e molte volte non perdona. Vestitevi del vostro miglior sorriso e avrete già creato l’ 80% del vostro stile.

Barbara : L’ordine deve far da padrone, i capelli scompigliati lasciamoli alle modelle presenti nelle riviste.

Martha Padovani

Fashion Swap Party flyer - Copy

RedGlaze ringrazia Barbara e Vanessa per la disponibilità. Le ragazze al momento si stanno impegnando con l’organizzazione di questi Swap Party nei piccoli paesi della provincia di Rovigo.

CONTATTI

https://www.facebook.com/pages/Vanessa-Bego-Personal-Shopper/117203378389023

https://www.facebook.com/vanessa.malachin?fref=ts

https://www.facebook.com/barbara.guaratto?fref=ts

Annunci

2 thoughts on “Lo “SWAP PARTY” quando la MODA salva la crisi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...