Musica

RedGlaze INTERVISTA i Dirt Show

12032336_10206689087178080_48577650_n

Questa settimana abbiamo avuto l’occasione di intervistare una delle band provenienti direttamente dell’underground italiano: i DIRT SHOW

I DIRT SHOW nascono nel 2006 dall’idea di un gruppo di ragazzi con la passione per la musica e allo stesso tempo già con diverse esperienze in alcune band locali del Veneto. Due giovani musicisti Silver e Mayler decidono di dar vita a un a band che si orienti verso quelli che sono i suoni del rock’ n’ roll, cercando allo stesso tempo di mantenere “linee melodiche contemporanee” che possano permettere al gruppo di inserirsi nel mercato musicale. Nell’Agosto dello stesso anno la band entra allo “STUDIO 73” di Ravenna, per registrare il suo debutto. Guidati dal ben noto produttore Riccardo “Paso” Pasini, in una settimana i DIRT SHOW registrano “Keep It High”, un EP di 5 tracce distribuito in copie numerate a mano, assieme ad una forte componente visuale e ad uno studio dettagliato della loro immagine estetica in modo particolare presente nei loro live, i Dirt Show ben presto riescono ad esibirsi in diversi club, festival, contest in tutto il Nord Italia e non solo, alcuni paesi oltre confine “chiedono di loro”. Nel 2008 i DIRT SHOW tornano in sala registrazione, questa volta per un full length album e dopo un mese di intenso lavoro nasce “Ordinary Excess”, composto da 13 tracce che regalerà loro la vittoria del Codroipo Metal Contest, un premio che li fa entrare ufficialmente nell’Underground Italiano. Durante il tour a supporto di “Ordinary Excess”, la band subisce un cambio di formazione, il cantante bassista Jesse decide di lasciare la band, per venire sostituito dopo pochi mesi da BK Hotrod. Nel Dicembre 2009 i DIRT SHOW con una nuove line-up registrano un nuovo EP chiamato “Hedonism & Rock n Roll, disco, composto da 5 tracce che sarà distribuito solo in formato digitale e supportato da un videoclip del brano “Hedonism & Rock n Roll”. Nel 2010, arriva il secondo cambio di formazione questa volta alla chitarra solista: Tray lascia la band cedendo il posto a Baz.

Per chi non vi conosce chi sono i Dirt Show? Quali sono stati i gruppi che maggiormente hanno influenzato la vostra musica?

Eravamo ad un concerto dei Wednesday 13 al New Age e l’idea è nata soprattutto dalla voglia di suonare la musica che più ci piaceva, il nostro è un Hard Rock potente e carico di Groove, siamo stati influenzati da gruppi come: Beautiful Creatures, Faster Pussycat artisti che a quel tempo scoprivamo grazie alla piattaforma virtuale di MySpace.

Dall’album “Ordinary Excess” all’ Ep “Hedonism & Rock n Roll”, si sente una sorta di passaggio da quello che era uno stile Rock/metal, ad uno che si orienta verso ad un Rock meno aggressivo a cosa è stato dovuto questo cambiamento?

Noi principalmente siamo una band che si concentra in modo particolare nei live, per cui in realtà non abbiamo mai voluto suonare “pesante”, non siamo mai partiti con l’idea precisa di fare Metal a noi interessava che chi ci ascoltasse soprattutto anche chi non era amante del genere, “battesse il piedino”, si divertisse con noi, se dobbiamo entrare più nella parte tecnica tutti noi comunque anche se orientati all’ascolto delle stesse correnti musicali, pensiamo che questo cambiamento sia stato dovuto al fatto che ognuno di noi ha uno stile diverso, dovuto in modo particolare alle nostre esperienze.

Una delle cose che a mio parere vi rende un gruppo decisamente più originale e particolare di tanti altri in circolazione ora, è lo studio della vostra immagine, come e quando è nata questa idea? Quanto pensiate conti l’immagine oggi nel mercato musicale?

L’immagine è nata con la band , come abbiamo deciso per la musica anche l’impatto visivo doveva essere forte dai vestiti al make up, volevamo che i “DIRT SHOW restassero impressi nella mente”, per cui il trucco è diventato parte integrante della nostra immagine, abbiamo studiato un make up che potesse apparire sporco, trasandato, ma soprattutto che non venisse confuso con quello di band famose come i Kiss. Per noi l’immagine non è tanto l’apparire, ma più un “ESSERE”, e al giorno d’oggi nel mercato musicale è fondamentale

Nel corso della vostra carriera musicale, avete subito diversi cambi di formazione quali sono i pro e i contro che comporta questa cosa?

Noi possiamo parlare di “Pro” decisamente, infatti con l’entrata di Baz e Andrea (Bk Hot Rod ) nella band è arrivata una nuova energia, nuove idee che hanno dato una piccola svolta al gruppo.

Quale brano è l’Anima dei Dirt Show? E perché?

Allora una è “Dirt Pride” noi la consideriamo la nostra dichiarazione più vera su chi siamo, la seconda è Hedonism & Rock n Roll è quella che amiamo di più suonare dal vivo, ha dato una nuova vita alla band e attualmente è diventata la nuova canzone base dei Dirt Show.

Parliamo ora del vostro futuro, quali sono i vostri progetti?

Abbiamo alle nostre spalle già 3 produzioni, il nostro prossimo obbiettivo dopo un 2015 ricco di festival dove abbiamo suonato e dove ci siamo divertiti è di ritornare in sala registrazione per una 4 produzione, siamo già al lavoro di un nuovo Ep che prevede anche la realizzazione di un Video.

https://www.facebook.com/dirtshow?fref=ts

FORMAZIONE

Andrea Bottin – Bk Hot Rod : Basso Voce

Mayler Toniolo – Jinn : Chitarra

Alberto Spadon – Baz : Chitarra

Francesco Silvestri – Silver : Batteria

Intervista: Martha Padovani

Video: Lysa Toso

Musiche:Dirt Show

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...